Piazza Grande: scopri il cuore di Arezzo

Piazza Grande: scopri il cuore di Arezzo

Piazza Grande: Anima e Cuore di Arezzo

Piazza Grande è il cuore, il fulcro centrale, di Arezzo nonché una delle più belle piazze d’Italia. Molto scenografica e suggestiva, è stata scelta anche come set cinematografico per diversi film. Tra gli altri ricordiamo in particolare “La Vita è Bella” di Roberto Benigni.

Sulla piazza, di forma trapezoidale, si affacciano edifici di epoche diverse e quindi con stili e dettagli differenti. Nonostante questo ha un aspetto armonioso e naturale.
Nel medioevo era utilizzata come luogo di mercato, luogo di incontro tra la campagna e la città, solo durante l’occupazione medicea vi furono sistemati i palazzi del potere civile.

Cosa vedere in Piazza Grande

Oggi le principali attrazioni di Piazza Grande sono:

  • Il Palazzo delle Logge – realizzato da Giorgio Vasari nel 1573 e caratterizzato proprio da una meravigliosa loggia sotto la quale si trovano botteghe artigiane e negozi.
  • Il Palazzo della Fraternità dei Laici – un elegante edificio in parte gotico ed in parte rinascimentale la cui costruzione, a fasi alterne, durò quasi un secolo tra il 1375 ed il 1460.
  • Il Palazzo del Tribunale – facilmente riconoscibile dalla scenografica scalinata semi-circolare e risalente al XVII secolo.
  • La Pieve di Santa Maria – sulla piazza si affaccia l’abside della pieve, mentre l’ingresso è sul lato opposto.

La Torre Faggiolana, il Palazzo Cofani-Brizzolari e la Casa-Torre dei Lappoli sono tutti edifici medievali, gli unici rimasti al loro posto nonostante il passare del tempo.

La Giostra del Saracino in Piazza Grande

Piazza Grande è il campo di battaglia in cui si svolge la “Giostra del Saracino”. Si tratta di una rievocazione storica che si tiene due volte all’anno. Nella competizione si sfidano i quattro quartieri cittadini: Porta del Foro, Porta Crucifera, Porta di Sant’Andrea e Porta Santo Spirito.

Ogni quartiere è rappresentato da un cavaliere che, al galoppo, deve colpire con un lancia il fantoccio del buratto (che rappresenta appunto il saracino o saraceno). Il cavaliere che totalizza più punti vince la Giostra per il suo quartiere.

La manifestazione attira in piazza tutti gli abitanti e moltissimi turisti curiosi di assistere ad un evento che si svolge fin dal medioevo.